Sigilli, chiude anche il RISING!

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

rising

Sigilli, chiude anche il Rising. Dopo il Mutiny la musica a Napoli ancora più a basso volume.

Due settimane fa il Mutiny, ora il locale di via San Sebastiano, nel cuore di Napoli. Nella notte tra Martedì e Mercoledì, la polizia ha affisso i sigilli al Rising, storico club e punto culturale del centro storico. Per ora sospesi i live della settimana.

Il locale era pieno ieri notte, centinaia di persone che ballavano. C’era la serata universitaria, dj set di Jovine, leader della omonima reggae band ed uno dei soci dell’Associazione Rising (a cui appartiene anche il Mutiny, chiuso dai gestori per problemi con un condomino). Poi l’arrivo della polizia e dei vigili urbani che iniziano a controllare il locale: gente, posizioni delle cose, e alla fine  i sigilli. Tra i motivi, il numero di presenti maggiore rispetto alla capienza dichiarata.

Il Rising South è uno degli storici locali della night life napoletana, tra contaminazione e movida. Musica a 360 gradi: reggae, rock, blues, elettronica, djset, mostre. Tra i prossimi eventi in calendario, Teatro Degli Orrori e The One’s.
“Abbiamo bisogno di uno spazio – ha dichiarato lo stesso Jovine – “c’è tanta gente che vuole esprimersi. Tra dj, musicisti e tecnici 150 persone non potranno più lavorare”. Salta così la serata reggae di stasera con TorReggae Sound e quasi sicuramente anche gli appuntamenti del fine settimana.

Fonte dell’articolo: campaniarock.wordpress.com

Authored by: lacapera

Lascia un commento