L’auto a 18 anni? Anche no

L’auto a 18 anni? Anche no

Aspettare la maggiore età per avere l’auto. Quanti di voi hanno sognato i 18 anni soltanto per mettersi al volante? Le cose oggi sono cambiate perché i diciottenni preferiscono altro. A rivelarlo è un’inchiesta del quotidiano francese le Monde, che ha rivelato le referenze dei neodiciottenni. Essi preferirebbero un viaggio low cost, uno smartphone o addirittura i pedali di una bicicletta alle quattro ruote.

L’ingresso nel mondo degli adulti

La patente non è più considerato il pass fondamentale per entrare nel mondo dei grandi ma un’alternativa tra le tante a disposizione dei giovani. La nascita di nuove modalità di trasporto e i costi sempre maggiori del carburante e delle assicurazioni scoraggiano l’acquisto delle automobili. Ciò spinge i neodiciottenni a preferire dei regali più economici ma altrettanto stimolanti.

Sono tutti d’accordo?

Probabilmente no. In una società dove i social network hanno ridotto il tempo per un caffè con gli amici, il car sharing è più che sufficiente per qualche spostamento fuori porta. In quel caso i costi sono molto bassi e si ha a disposizione il mezzo necessario. Si tratta di una soluzione ecosostenibile e molto gettonata. Essa però può funzionare nelle grandi città. Nelle provincie il discorso cambia e la necessità di spostarsi verso le città rende il possesso dell’auto un obbligo piuttosto che un’alternativa. Certo, i giovani che non lavorano e gli studenti rimediano con l’auto della mamma o del papà. Tuttavia, chi può sicuramente si dota di una propria automobile per lasciare la periferia e fare un salto in centro. Le quattro ruote sono anche un mezzo di emancipazione per l’universo femminile, che a dispetto dei luoghi comuni, è molto ferrato in termini di conoscenza delle nuove vetture. Sono tanti i ragazzi che stanno per spegnere diciotto candeline e a loro chiediamo: quanti di voi desiderano l’auto per la loro festa?

 

Authored by: Claudio Ianniello

Lascia un commento