Giustizia

Giustizia
Da vittima a carnefice

Da vittima a carnefice

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

Gran chiacchiericcio intorno alla morte dei rapinatori che questa estate se la sono vista davvero brutta con una vittima che non ha esitato a mutarsi in carnefice.
posillipo

Movida Napoletana alle strette.

Week and di controlli per la movida napoletana, linea dura della polizia municipale contro i trasgressori. Procediamo con ordine: erano da poco passate le 2:30…

Sportello di Conciliazione

Che cos'è la conciliazione?La conciliazione è uno strumento di risoluzione delle controversie, semplice, rapido ed economico, attraverso il quale le parti, coinvolte in una controversia…

Entomo: il superman napoletano.

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

superentomo

Anche la città di Napoli ha il suo superman, ENTOMO.

Di lui si sa solo il “nome di battaglia”: si fa chiamare Entomo, oppure “The Insect Man”; ha 31 anni e una pagina su MySpace. Ma chi si celi dietro quel costume bicolore attillato e quella maschera ben aderente al viso, nessuno sa.

Eppure è da due anni che pattuglia le strade di Napoli, mascherato come un supereroe dei fumetti. Però è reale (importante la sua precisazione, a scanso di equivoci: “Non sono un esaltato. Non sono un mitomane”). Anche se non spara e non picchia: fa da deterrente, mettendo in fuga i criminali con la sola sorpresa del suo intervento (e del suo costume).

Volendo sarebbe la risposta napoletana (patria delle maschere, della commedia dell’arte, degli sberleffi) alle ronde che il ministro Maroni prevede pronte entro aprile (anche se Entomo non apprezza l’accostamento): “Pattuglio le strade della città, di giorno e di notte. Non sono un vigilante, non mi sostituisco alla legge. Fermo i piccoli crimini che posso fermare, altrimenti avverto anonimamente la Polizia. Combatto contro l’individualista che mangia il prossimo per tornaconto personale. Contro le persone che fanno del male, nonostante possano scegliere di evitarlo. Combatto contro il consumismo”.

Hanno parlato di lui (in questi giorni, e siamo ancora lontani dal primo Aprile): prima Il Riformista, poi Il Giornale ed è finito anche su La Nueva España. Il suo costume è verde chiaro con maniche scure, porta pantaloni neri e stivali marroni, non ha mantello e si nasconde sotto un cappuccio neroverde.

La sua prima volta? “Il 2 marzo 2007″. Anche se: “La molla di Entomo è stata sempre con me. Quando è arrivata l’ispirazione ho capito cosa dovevo fare”, confessa a Il Giornale. “Non è successo nulla, non ho salvato nessuno, ma almeno ho vinto la mia grande sfida: uscire allo scoperto”, con il volto ben nascosto dalla maschera, s’intende. Ma non per vergogna; piuttosto perché come Batman, Superman e Spiderman anche Entomo deve rimanere rigorosamente coperto dall’anonimato.

entomo2

Ancora un napoletano ai vertici della Repubblica Italiana

Your ads will be inserted here by

Easy Plugin for AdSense.

Please go to the plugin admin page to
Paste your ad code OR
Suppress this ad slot.

toghe

Dopo l’elezione del Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano ancora un napoletano eletto alla quinta carica della Repubblica, Presidente della Corte Costituzionale è Francesco Amirante.
Per noi napoletani può essere solo che un onore.

Francesco Amirante succede a Giovanni Maria Flick, il cui mandato è scaduto lo scorso 18 febbraio. Amirante è stato eletto a scrutinio segreto dai 15 giudici della Consulta. Come primo atto, il neopresidente Francesco Amirante ha nominato come vicepresidente il giudice costituzionale Ugo De Siervo.

Settantacinque anni, di Napoli, Amirante è il 33/mo presidente della Corte Costituzionale e resterà in carica fino al dicembre del 2010. Dal 14 novembre 2008 era vicepresidente della Consulta. Il nuovo presidente è entrato in magistratura nel 1958. Nel 1980 è stato addetto all’ufficio del massimario e del ruolo della Cassazione ed è stato applicato alla sezione lavoro, di cui è diventato in seguito consigliere e presidente. Dal 1987 è stato componente fisso delle Sezioni Unite della Suprema Corte. Eletto giudice costituzionale il 23 novembre 2001 dalla Corte di Cassazione ha giurato il 7 dicembre successivo nelle mani del Presidente della Repubblica.

Pagine
  • 1
  • 2